Portico di Romagna e San Benedetto

Luoghi danteschi a Portico di Romagna

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Portico di Romagna

Portico di Romagna, nell’alta valle del fiume Montone, è il capoluogo del comune di Portico e San Benedetto. Sul Girone, uno sprone roccioso, è il nucleo antico, nella parte alta dell’abitato attuale. Vi sono tratti delle cortine di difesa e il maschio a pianta quadrata delle fortificazioni dei conti Guidi. Inoltre vi si trova la chiesa pievana di S.Maria in Girone, originaria dell’anno Mille ma del tutto rifatta nel 1776. Nella via principale di Portico affaccia la chiesa della Compagnia, dove si venera un’immagine della Madonna del sangue, attribuita a Lorenzo di Credi (1465-1537). Il ponte della Maestà è un elegante manufatto ad arco, forse sei o settecentesco, da cui si gode una suggestiva veduta del borgo. Altro monumento di rilievo il palazzo Portinari, eretto nel XIV secolo con portale e aperture bugnate. . Secondo la tradizione il palazzo sarebbe appartenuto a Folco Portinari, padre di Beatrice, l’amata di Dante. La presenza del “sommo poeta” è viva anche altrove nella zona. Per esempio alla famosa cascata dell’Acquacheta, da lui citata nell’Inferno. Tutta la zona ha un notevole rilievo naturalistico e i frutti del bosco e del sottobosco sono al centro di frequentate sagre paesane, tenute nelle prime domeniche d’autunno.

Fonte: Touring club

Visita il sito del Comune di Portico-San Benedetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *